La legge e il buonsenso

Quando si viaggia, si entra in contatto con realtà differenti. Di conseguenza, anche per evitare problemi, è sempre opportuno avere presente il quadro normativo generale che regola il possesso di animali.

Di seguito alcuni consigli utili, dettati in parte dalla legge, in parte dal buon senso, da seguire per una vacanza il più possibile serena in compagnia del proprio animale.


left_up left_up
- ISCRIVI IL TUO CANE ALL'ANAGRAFE CANINA
- PORTA CON TE IL SUO LIBRETTO SANITARIO
- SE SI PERDE CERCALO NEL CANILE PIU' VICINO
- IN CONDOMINIO FAVORISCI UNA PACIFICA CONVIVENZA
- AIUTA GLI ANIMALI ABBANDONATI E FERITI
- DENUNCIA SEMPRE I MALTRATTAMENTI
- DENUNCIA IL TRASPORTO DELLE SPECIE IN VIA D'ESTINZIONE
left_down left_down

 


DENUNCIA SEMPRE I MALTRATTAMENTI

 

I nostri amici a quattro zampe a volte possono anche essere vittime della brutalità dell'uomo. Se vi capita, anche quando siete in vacanza, di assistere ad episodi di maltrattamento, compiereste un gesto di grande civiltà e responsabilità sporgendo una denuncia alle autorità competenti. Basta che vi rechiate ad un comando della polizia di Stato o dei carabinieri, per esporre il caso.

La legge n. 189 del 20 luglio 2004 (G.U. n. 178 del 31 luglio 2004) recante "Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate", ha riformato la normativa in materia di maltrattamenti animali, introducendo un nuovo titolo nel Secondo Libro del codice penale, intitolato dei "Dei delitti contro il sentimento d'affezione per gli animali".

Alcuni articoli di questa legge sono stati modificati dalla Legge 4 novembre 2010 n. 201 "Ratifica ed esecuzione della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, fatta a Strasburgo il 13 novembre 1987, nonché norme di adeguamento dell'ordinamento interno". La legge n. 201/2010 ha anche introdotto una nuova fattispecie di reato: il traffico illecito di cani e gatti.

Tanta è l'importanza dei nostri amici a quattro zampe che, per la prima volta nella storia del nostro codice penale, è stato aggiunta una nuova famiglia di reati.

La riforma si pone come sostanziale consacrazione del mondo animale quale soggetto e titolare di diritti meritevoli di tutela penale: un gran numero di comportamenti commessi a danno di Fido e Micia vengono puniti.La legge n.189 del 20 luglio 2004, introducendo la nuova famiglia di reati nel codice penale, ha operato un grande passo in avanti nella protezione dei nostri amici a quattro zampe, punendo molto più duramente il maltrattamento e l'uccisione di animali, il loro abbandono oltre agli spettacoli e alle manifestazioni che comportano sevizie o strazio, specie se accompagnate da scommesse clandestine, o realizzate al fine di trarre profitto per sé o per altri, o se da tali attività deriva la morte dell'animale.
Ai sensi della legge è vietato il combattimento tra animali ed è punito chiunque promuova, organizzi o diriga combattimenti o competizioni non autorizzate tra animali che possano metterne in pericolo l'integrità fisica. È inoltre punito chiunque, allevando animali, si faccia tramite di terzi per la partecipazione a tali eventi, o chiunque organizza scommesse sui combattimenti.
Le sanzioni previste dalle nuove fattispecie di reato sono molto più aspre delle precedenti contravvenzioni.
Oggi, chi cagiona la morte di un animale può essere punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni, chi li maltratta rischia da 3 mesi a 18 mesi di reclusione o una multa da 5.000 a 30.000 euro, aumentata della metà in caso di morte dell'animale.

Chi organizza spettacoli o manifestazioni vietate che comportino sevizie o strazio per gli animali può essere condannato alla reclusione fino a 2 anni e a una multa da 3.000 a 15.000 euro; così come chiunque promuove, organizza o dirige combattimenti o competizioni non autorizzate può essere punito con la reclusione fino a 3 anni e una multa fino a 160.000 euro.

Per altre informazioni, cliccare su:

 

www.ministerosalute.it/caniGatti/paginaInternaMenuCani.jsp?id=213&menu=benessere.